ricerca
avanzata

Poveri nella città. Dove vivono e che cosa chiedono a Torino

di Roberto Cardaci Pierluigi Dovis Paolo Griseri edito da CELID, 2013

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Poveri nella città. Dove vivono e che cosa chiedono a Torino: La Torino della cultura e dell'innovazione non può ignorare la condizione di disagio e di povertà in cui vivono migliaia di suoi cittadini. Sono quei torinesi che soffrono non solo le conseguenze della crisi Fiat, ma anche le ricadute negative della globalizzazione e la crisi finanziaria del 2008, aggravate dall'insufficienza della risposta politica dei governi. Questa fascia comprende sia i poveri tradizionalmente intesi, sia quelli che vengono definiti "nuovi": persone disoccupate, in cassa integrazione, in mobilità, o con lavoro precario; imprenditori di aziende mediopiccole in difficoltà; impiegati del ceto medio colpiti da un evento inatteso che mette in crisi il reddito famigliare... Persone che vivono in diverse aree della città e che si rivolgono ai Servizi Sociali, o all'associazionismo cattolico o laico. Gli autori, Roberto Cardaci, Pierluigi Dovis e Paolo Griseri - figure diverse ma complementari per formazione e approccio al tema della povertà -, impegnati in un reciproco confronto provano con questo libro a fornire una fotografia della povertà a Torino, a partire da due punti di vista: quello della sociologia e quello del volontariato a contatto con la quotidianità dei poveri. Lo scopo condiviso è individuare risposte efficaci alle richieste che i poveri portano alla città. L'intervista all'assessore per le Politiche sociali della Città di Torino, Elide Tisi, infine, arricchisce la trattazione con il punto di vista dell'amministratore pubblico...
The Turin culture and innovation cannot ignore the plight of hardship and poverty in which thousands of its citizens. Are those people of Turin who suffer the consequences of the crisis not only Fiat, but also the negative consequences of globalization and the financial crisis of 2008, aggravated by insufficient policy response from Governments. This range includes both the poor traditionally understood, both those that are called "new": unemployed people, unemployment insurance, mobile, or with precarious employment; entrepreneurs of small-medium companies in difficulty; middle-class employees affected by an unexpected event that undermines the family income. People living in different areas of the city and who turn to social services, or Catholic associations or secular. The authors, Robert Cameron, Pierluigi Dovis and Paolo Gatti-different but complementary figures for education and approach to the issue of poverty-, engaged in a mutual comparison test with this book to provide a picture of poverty in Turin, starting from two perspectives: that of sociology and of volunteering in contact with the everyday life of the poor. Shared purpose is to identify effective responses to requests that the poor lead to the city. The interview Alderman for social policies of the city of Turin, Elide Phthisis, finally, enriches the discussion with the public administrator's perspective ...

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Poveri nella città. Dove vivono e che cosa chiedono a Torino"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Poveri nella città. Dove vivono e che cosa chiedono a Torino"