ricerca
avanzata

Il Sigillo dei santi. Profezia e santità nella dottrina di Ibn 'Arabî

di Michel Chodkiewicz Mongini G. (cur.) Mongini G. (cur.) edito da Morcelliana, 2009

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Il Sigillo dei santi. Profezia e santità nella dottrina di Ibn 'Arabî: I lavori di Asin Palacios, di Corbin, di Izutsu hanno fatto conoscere al pubblico occidentale la singolare figura d'Ibn 'Arabî. Nato in Andalusia nel 1165, morto a Damasco nel 1240, colui che è stato soprannominato Al-Shayk al-Akbar - il Maestro spirituale per eccellenza - esercita da otto secoli una grande influenza sulla mistica islamica, suscitando al contempo presso gli avversari del sufismo attacchi di una violenza estrema. Se i tratti principali della metafisica d'Ibn 'Arabî cominciano a essere conosciuti, la sua "agiologia" non è stata che solo parzialmente esplorata e costituisce la prima formulazione globale e coerente, nel pensiero islamico, di una dottrina della santità che ne definisce nell'insieme la natura e la funzione e precisa i criteri di una tipologia dei santi fondata sulla nozione di eredità profetica. Essa inoltre chiarisce il problema controverso dell'origine del "culto dei santi". L'opera di Michel Chodkiewicz, basata su un'analisi minuziosa dei testi, presenta i dati essenziali di quest'aspetto dell'insegnamento di Ibn 'Arabî. Esso si conclude con una descrizione dettagliata in due fasi - ascesa verso Dio, discesa verso le creature - del viaggio iniziatico il cui compimento fa del santo il necessario mediatore tra il Cielo e la Terra: così la fine dei santi non è che un altro nome della fine del mondo.
The work of Asin Palacios, of Corbin, Izutsu have made known to Western audiences the singular figure of Ibn ' Arabi. Born in Andalusia in 1165, died in Damascus in 1240, the man who was nicknamed Al-Shayk al-Akbar-spiritual teacher par excellence-exercises from eight centuries a great influence on Islamic mysticism, arousing at the same time at opponents of Sufism attacks of extreme violence. If the principal features of the metaphysics of Ibn ' Arabi begin to be met, its "hagiology" was not that only partially explored and constitutes the first comprehensive and coherent formulation, in Islamic thought, a doctrine of Holiness that defines the precise nature and function and the criteria of a typology of Saints founded on the notion of prophetic inheritance. It also clarifies the controversial problem of the origin of the "cult of the saints". The work of Michel Chodkiewicz, based on a thorough analysis of the texts, presents the essential data of this aspect of the teachings of Ibn ' Arabi. It concludes with a detailed description in two phases-ascent towards God, descending towards the summon of the initiatory journey whose fulfilment makes the Saint the necessary mediator between heaven and Earth: the end of Saints is but another name at the end of the world.

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Il Sigillo dei santi. Profezia e santità nella dottrina di Ibn 'Arabî"

Potrebbero interessarti anche questi prodotti

-15%

L'arcangelo purpureo. Racconti mistici persiani libro di Suhravardi
L'arcangelo purpureo. Racconti mistici persiani
libro di Suhravardi 
edizioni Luni Editrice collana Biblioteca medievale;
consegna in 24 ore
€ 16,90
€ 14,37

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Il Sigillo dei santi. Profezia e santità nella dottrina di Ibn 'Arabî"