ricerca
avanzata

Contro Cesare. Cristianesimo e totalitarismo nell'epoca dei fascismi. E-book. Formato EPUB

Un ebook di Gentile Emilio edito da Feltrinelli, 2011

DISPONIBILE E-BOOK in formato PDF a € 17,99

DISPONIBILE IN FORMATO CARTACEO a € 25,00

Contro Cesare. Cristianesimo e totalitarismo nell'epoca dei fascismi. E-book. Formato EPUB ebook di Emilio Gentile
  • Informazioni bibliografiche

  • Titolo: Contro Cesare. Cristianesimo e totalitarismo nell'epoca dei fascismi. E-book. Formato EPUB
  • AutoreGentile Emilio
  • Editore: Feltrinelli
  • Data di Pubblicazione: 21 Gennaio '11
  • Genere: STORIA D'EUROPA
  • ArgomentiEuropa Storia
  • Pagine: 441
  • Formato: EPUB
  • Protezione: Adobe DRM (richiede Adobe Digital Editions)
  • Dimensione Kb: 2600
  • Stampa: Non permesso
  • Copia-e-incolla: Non permesso
  • Condivisione: Permesso limitato a 6 Dispositivi
  • ISBN-13: 9788807945618
 
Descrizione

L'ascesa al potere in Europa dopo la Grande Guerra dei regimi totalitari, portatori di concezioni dell'uomo e della vita contrarie alla dottrina e all'etica cristiane, obbligò le Chiese e i credenti ad affrontare il problema della compatibilità tra totalitarismo e cristianesimo. Se il bolscevismo suscitò la quasi unanime condanna da parte cristiana, più complesso e ambivalente fu il confronto con fascismo e nazionalsocialismo. Ci furono credenti che seppero comprendere subito la gravità della minaccia dei totalitarismi per il cristianesimo e la civiltà umana, e li combatterono con decisione e convinzione. Tuttavia la Chiesa cattolica in Italia e le Chiese protestanti in Germania cercarono di stabilire un dialogo e un rapporto con gli Stati totalitari. In Italia, il primo paese occidentale con un regime a partito unico che sacralizzava la politica e celebrava il culto del capo, Mussolini si era presentato con il Concordato come difensore della Chiesa, la quale considerava il fascismo, come poi il nazionalsocialismo, un "baluardo" contro il bolscevismo, la modernità liberale e la democrazia laica, ma trovava insieme nella religione politica fascista un potenziale concorrente. In Germania, le componenti neopagane che proponevano il nazionalsocialismo come nuova religione anticristiana indussero vescovi cattolici ed esponenti delle confessioni religiose protestanti alla presa di distanza dal regime di Hitler. Il volume indaga gli ambigui rapporti tra chiese e stati totalitari.