ricerca
avanzata

Sonetti 'ncazzusi. E-book. Formato PDF

Un ebook di  Viglialoro Gregorio  edito da Nuova Santelli, 2012

Ogni uomo rappresenta e raccoglie in sé una duplice realtà riconducibile a unità: una realtà soggettiva (l'Uomo come padre, come marito, come lavoratore, come centro di interessi morali e affettivi oltre che materiali in senso lato) e una realtà oggettiva (l'Uomo-cittadino). Tali realtà vengono vissute più o meno in simbiosi nella misura in cui il soggetto vive con rigorosa coerenza la propria condizione. Quest'ultima si snoda lungo l'arco esistenziale ricca di manifestazioni di vita o di non vita (fughe, svicolii, azioni e omissioni, cadute e risollevate, conquiste, crescite). Causa ed effetto dell'essere, dell'esistere, della realtà umana manchevole. Manifestazioni che rappresentano comunque altrettanti indicatori di libertà. I fattori riconducibili al soggetto/oggetto come entità viva e operante (in positivo o in negativo) possono essere psicologici (interni) e non (esterni). I primi caratterizzano il soggetto "uti privato" per la realizzazione soggettiva. E su ciò vi influiscono molto le qualità tutte (positive e negative) dell'individuo come, ad esempio, la volontà, lo zelo, l'onestà e la rettitudine, l'educazione, la tolleranza, la fiducia e la speranza, il rispetto, l'obiettività, la coerenza. In una parola la cultura interiorizzata. E, per converso, l'ignoranza con tutti i tratti disgreganti alla medesima riconducibili come la corruzione, l'arrivismo e il clientelismo, l'ozio, l'arroganza e l'intolleranza, l'amoralità, l'egoismo, il vizio. Nel mentre i fattori psicologici costituiscono il "retaggio" dell'individuo e ne caratterizzano il diuturno esercizio nel vivere quotidiano, i fattori esterni in buona parte non sono dominabili se non per la parte che consegue ad impegni corposi e di opinione a livello di aggregazione sociale molto ampia. Così, possiamo considerare dominabili (almeno per grandi linee) i messaggi dei mass media, la scelta delle amicizie, il delinquere, la propensione per il terrorismo, per la droga...

Informazioni bibliografiche